La Polizia Postale sarebbe pronta ad indagare sulle Simbox di Iliad

La Polizia Postale sarebbe pronta ad indagare sulle Simbox di Iliad
di

Le Simbox di Iliad sono già finite da tempo sul tavolo del Ministro dell'Interno, Matteo Salvini, ma a giudicare da quanto pubblicato oggi dal Sole 24 Ore, anche la Polizia Postale avrebbe puntato i fari verso le box presenti in quasi tutte le stazioni e nei grossi centri commerciali, che consentono di acquistare le SIM.

L'edizione odierna del quotidiano di Confindustria, infatti, sostiene che la Polizia Postale, che da poco ha compiuto 20 anni di attività, sarebbe pronta a verificare direttamente sul campo il funzionamento delle box. L'indiscrezione è emersa dopo che la scorsa settimana, al Ministero dell'Interno si sarebbe tenuto un incontro d'alto livello a cui avrebbero preso parte anche rappresentanti del Ministero di Giustizia, della Direzione Nazionale Antimafia ed appunto la Polizia.

Sul tavolo non è finita la presunta inottemperanza alla Legge Pisanu sul terrorismo, ma anche il fatto che secondo alcuni, la verifica dell'identità debba rispettare la normativa vigente e quindi contestuale, e non deve in alcun modo avvenire attraverso la registrazione di un video ed una procedura automatica.

Non è chiaro a cosa potrebbe portare questo controllo, ma precisiamo comunque che almeno al momento non è stato aperto alcun fascicolo ufficiale sulla questione. Iliad però potrebbe presto essere chiamata a fornire chiarimenti sul sistema di identificazione previsto dalle SimBox, o magari ad apportare qualche modifica al sistema.

FONTE: toms
Quanto è interessante?
4

Solo su Amazon.it trovi i migliori smartphone e gli accessori per il tuo telefono a prezzi convenienti, con sconti e offerte quotidiane!