La protagonista dei nuovi spot degli iPhone è la privacy

di

Apple ieri ha mostrato per la prima volta una pubblicità dove viene rivendicata l'importanza della privacy e della sicurezza per l'azienda, e quindi il loro ruolo negli iPhone. Uno spot non solo particolarmente simpatico, ma che assume il peso di una dichiarazioni di intenti che separa Cupertino dal resto della scena tech.

Quanto è importante la privacy nella nostra vita? Quanto siamo felici se qualcuno origlia le nostre conversazioni al bar, o se ficca il naso dentro i confini di casa nostra? Terreste mai aperte le tende di camera vostra? Apple nel suo spot mostra una sequela di scenette simpatiche ma non poi così poco comuni: adolescenti che si chiudono in camera per rivendicare i loro spazi, dirigenti che chiudono con cura le tendine delle sale riunioni per essere sicuri che nessuno —e proprio nessuno— possa spiare quello che succede dentro, e addirittura un uomo che decide di non usare il bagno quando vede che c'è già un'altra persona agli orinatoi.

Il risultato è genuinamente simpatico, mentre il messaggio finale è una dichiarazione di intenti importante: "Privacy That's iPhone, se la privacy è importante nella tua vita, dovrebbe esserla anche nello smartphone su cui hai deciso di caricarla".

Come a dire, ormai sul cellulare hai messo tutte le tue informazioni e i ricordi più personali, assicurati che non escano da là.

Apple negli anni si è distinta per gli investimenti nelle tecnologie di crittografia, e addirittura per aver deciso di non collaborare con le autorità in alcuni casi, facendone una questione di principio. Non sono nemmeno mancati gli incidenti, ovviamente, ma in linea di massima l'azienda ha sempre mostrato una sensibilità un po' più marcata di quella manifestata da molti altri concorrenti.

Quanto è interessante?
4