La rivoluzione tech del Vaticano: la Basilica di San Pietro illuminata da 100 mila led

La rivoluzione tech del Vaticano: la Basilica di San Pietro illuminata da 100 mila led
di

Il Vaticano abbraccia sempre più le nuove tecnologie, come dimostrato dal lancio dell'applicazione Click To Pray presentata qualche giorno fa da Papa Francesco. La rivoluzione tecnologica abbraccia anche le straordinarie opere d'arte presenti nel piccolo stato, e nello specifico la Basilica di San Pietro.

La Chiesa-basilica simbolo del cristianesimo infatti si è rifatta il look, grazie ad un nuovo sistema di illuminazione ultratecnologico che si avvale di oltre 100 mila luci a LED, che vanno a comporre un nuovo impianto digitale che è stato progettato allo scopo di massimizzare la visione dei tesori artistici di San Pietro, che tornano a splendere grazie alle nuove tecnologie. La progettazione ed installazione dei nuovi LED ha richiesto oltre due anni, ma il risultato finale è degno di nota ed ora i pellegrini possono godere a pieno delle straordinarie opere d'arte.

Osram, secondo quanto riportato dalla sala stampa vaticana, ha portato avanti un progetto di personalizzazione che sin da subito ha avuto un solo scopo: mettere in luce tutte le peculiarità della Basilica più iconica al mondo. Sono stati usate oltre 780 apparecchi speciali e 100 mila luci a LED. Numeri da capogiro, a cui si aggiunge un sofisticato sistema di controllo della luce digitale che consentirà ai curatori di adattare rapidamente ed in maniera mirata l'illuminazione sugli oltre 22.000 metri quadri di superficie, il tutto grazie ad una serie di scenari predefiniti che consentiranno ai fedeli di ammirare a pieno i mosaici delle cupole ottocentesche e delle navette laterali. Precedentemente molte di queste opere erano praticamente al buio e non potevano essere ammirate.

"La tecnologia di illuminazione della basilica di San Pietro è un capolavoro di cui siamo orgogliosi. Il progetto dimostra che far convivere storia e tecnologia è possibile, se si possiedono le conoscenze giuste. Se 500 anni di storia sono visibili in tutto il loro splendore, è merito della luce LED digitale" afferma Olaf Berlien, amministratore delegato di Osram, a cui fa eco il cardinale Giuseppe Bertello, il presidente del Governatorato, secondo cui "la nuova illuminazione risponde perfettamente alle esigenze di culto, preghiera e celebrazione".

I gestori potranno anche selezionare dei scenari predefiniti sulla . base delle liturgie, e miglioreranno la resa visiva delle immagini in UHD 4K e VUHD 8K.

FONTE: VN
Quanto è interessante?
3