La Russia annuncia di aver perso il contatto con il satellite Meteor

di
L'Agenzia Spaziale Russa ha annunciato di aver perso il contatto con il satellite meteorologico Meteor-M, lanciato questa mattina dal suo nuovo spazioporto Vostochny, situato nell'oblast dell'Amur, la regione orientale della nazione.

"La sessione di comunicazione in programma non è riuscita a stabilire un contatto con il satellite a causa della sua assenza dall'orbita designata" ha affermato un portavoce della Roscosmos, l'Agenzia Spaziale Russa appunto, secondo cui però gli scienziati sono ancora al lavoro per far rientrare l'allarme ed effettuare "l'analisi della situazione attuale".

Il satellite Meteor-M 2-1 da 2749 chilogrammi aveva lo scopo di cominciare una missione della durata di cinque anni, che mirava a raccogliere immagini e dati per la ROSHYDROMET, l'agenzia meteo russa. Si trattava (a questo punto l'utilizzo del passato è d'obbligo) del primo satellite meteorologico russo in grado di ricevere i segnalatori di pericolo di emergenza attraverso la rete internazionale Cospas-Sarsat, secondo quanto affermato dal sito web specializzato in materia SpaceFlight Now.

Il Meteor-M2 2-1 è stato lanciato a bordo del razzo Soyuz-2.1b alle ore 08:41 di Mosca. Si è trattata della seconda navicella della storia a sollevarsi dallo spazioporto più recente costruito in Russia. Il razzo rientrava in una missione coordinata da altri paesi, tra cui figuravano gli Stati Uniti, e che includevano in totale 19 satellite. Il Meteor-M2, però, era il più importante.