La Russia ha perso il controllo di un radiotelescopio in orbita

La Russia ha perso il controllo di un radiotelescopio in orbita
di

L'Agenzia Spaziale Russa (Roscosmos) ha un problema serio. Infatti, il radiotelescopio Spektr-R ha smesso di rispondere ai comandi dallo scorso 11 gennaio. Il satellite sta ancora trasmettendo segnali, ma non può più essere utilizzato efficacemente per compiti futuri, perlomeno nel suo stato attuale.

In particolare, stando anche a quanto riportato dai colleghi della BBC e di Gizmodo, l'Agenzia Spaziale Roscosmos ha affermato di aver tentato di riprendere il controllo e di risolvere tutti i problemi alle ore 14:00 di Mosca (ore 12:00 italiane) della giornata di oggi 13 gennaio, ma al momento in cui scriviamo non è ancora chiaro cosa sia successo.

Spektr-R ha goduto di una "lunga vita". La Russia l'ha lanciato nel 2011, e le stime degli esperti calcolavano che sarebbe resistito solamente fino al 2014. È stato molto utile per studiare le onde radio dell'Universo e perderlo rappresenterebbe una battuta d'arresto significativa per le ambizioni spaziali della Russia, soprattutto in un periodo di tensione con gli Stati Uniti d'America come quello attuale.

Vi ricordiamo infatti che recentemente la NASA ha deciso ufficialmente di annullare l'incontro con Dmitry Rogozin, Direttore Generale della Roscosmos, l'Agenzia Spaziale russa. A quanto pare, le motivazioni sarebbero politiche e potrebbero causare parecchi problemi per quanto riguarda la collaborazione in ambito spaziale tra le due Agenzie.

FONTE: BBC
Quanto è interessante?
7
La Russia ha perso il controllo di un radiotelescopio in orbita