La sfida tra Netflix ed Amazon Prime Video avrebbe portato ad un aumento della pirateria

La sfida tra Netflix ed Amazon Prime Video avrebbe portato ad un aumento della pirateria
di

C'è un'altra faccia della medaglia nella sfida tra Netflix ed Amazon Prime Video, che hanno espanso in maniera importante la quantità di contenuti a disposizione degli utenti, con molte produzioni originali che sono rapidamente diventate tra le preferite.

Secondo un rapporto pubblicato dalla società di networking Sandvine, negli ultimi mesi è stato registrato un aumento del traffico BitTorrent, a dimostrazione del fatto che anche l'attività dei pirati è cresciuta di pari passo. I ricercatori, pur sottolineando che non si tratta di un indicatore estremamente preciso, collegano il tutto all'aumento dell'offerta delle due piattaforme di streaming.

Negli ultimi due anni era stato registrato un drastico calo dei contenuti piratati, a causa dei metodi antipirateria più aggressivi messi in atto da parte dei creatori di contenuti ed i provider di servizi internet. Un ruolo principale l'avevano giocato anche i servizi di streaming legali, che hanno reso i contenuti più accessibili.

BGR infatti aveva notato che ogni qualvolta che Netflix aveva debuttato in un nuovo paese, automaticamente si registrava un calo del torreting e pirateria. La situazione evidentemente è cambiata.

Il motivo è stato spiegato da Sam Cullen, VP del marketing di Sandvine, secondo cui la lotta tra Netflix ed Amazon Prime, oltre che di altri servizi di streaming, avrebbe giocato un ruolo primario.

Cullen spiega che "sono tante le fonti che stanno producendo contenuti esclusivi disponibili su un singolo servizio di streaming o trasmessi su un solo canale. Basti pensare a Game of Thrones, House Of Cards ed altro. Per ottenere l'accesso a tutti i servizi, è necessario spendere molto in abbonamenti, che diventano costosi per i consumatori i quali a questi punto se ne iscrivono ad uno o due e scaricano illegalmente i contenuti degli altri".

Nel rapporto viene fatto l'esempio di un utente medio che per visualizzare Game of Thrones, Stranger Things ed American Gods avrebbe bisogno di tre abbonamenti.

Cullen inoltre sottolinea anche che molti di questi show originali non sono disponibili in tutto il mondo, e questo è un altro motivo che spinge le persone a scaricarle"

FONTE: TechRadar
Quanto è interessante?
6

Gli ultimi Smartphone, TV 4K o gli accessori più GEEK li trovate in offerta su Amazon.it