La svolta green di Microsoft: meno carbonio e più energie pulite

di
Microsoft, sulla scia di altre compagnie del settore, si è impegnata a tagliare le emissioni di carbonio del 75 per cento entro il 2030. La società di Satya Nadella, inoltre, si è impegnata a revisionare i propri piani riguardanti le energie rinnovabili, per raggiungere gli obiettivi fissati dagli accordi sul clima di Parigi.

In molti però hanno criticato la decisione del gigante di Redmond. Un taglio del 75% in tredici anni, infatti, non è un programma estremamente ambizioso per i più esperti, soprattutto se si considera che Microsoft ha iniziato a spingere sull’acceleratore da questo punto di vista dal 2009, riuscendo ad ottenere un punteggio di C- da parte di Greenpeace.

Gran parte delle emissioni di carbonio di Microsoft sono generate dal comparto cloud, ma l’azienda ha rivelato che intende apportare delle modifiche anche da questo punto di vista, dopo aver già tagliato il consumo energetico del campus di Redmond di quasi il 20%.

Microsoft ha rivelato che ha intenzione di acquistare energia pulita.

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
2