La valutazione di Netflix vicina a quella di Disney: alta la fiducia degli investitori

di

Dopo l'ultima ondata di acquisti, la Walt Disney Company possederà i diritti cinematografici delle case di produzione più importanti del pianeta, ma nonostante ciò la fiducia degli investitori nei confronti di Netflix sembra essere estremamente alta, e tutti sembrano convinti che la piattaforma online possa sfidare la casa di Mickey Mouse.

Ciò è confermato anche dall'andamento del titolo in borsa, che dall'inizio dell'anno è aumentato dai 199,50 Dollari a 280,31 Dollari di giovedì scorso, passando per il picco del 26 Gennaio, quando era arrivato a 286,49 Dollari. L'ultima corsa all'acquisto è stata registrata a seguito della pubblicazione del tanto discusso film con protagonista Will Smith, Bright, che ha attirato un gran numero di spettatori durante le vacanze. L'andamento del titolo è stato anche supportato dai risultati finanziari diffusi dalla compagnia, in cui il CFO e l'amministratore delegato hanno svelato di aver guadagnato più abbonati del previsto nel corso dell'ultimo trimestri.

In termini di streaming, inoltre, Netflix è disponibile in quasi tutto paesi, con una portata che non ha eguali se si confronta ad HBO o persino Amazon Prime Video.

Il più grande rischio per Netflix è rappresentato dalle spese per i contenuti. Nel 2018 la compagnia spenderà tra 7,5 ed 8 miliardi di Dollari di contenuti, un dato destinato ad aumentare nell'anno successivo. La società inoltre ha anche firmato degli accordi esclusivi con i produttori per creare spettacoli per il servizio.

Un ruolo importantissimo ce l'avranno anche i prestiti, che permetteranno a Netflix di finanziare i contenuti. Un rischio importante, ma sicuro.

Gli investitori ed analisti infatti sembrano sempre più fiduciosi nella capacità dei dirigenti Netflix di gestire questa sfida. La valutazione della società è ora salita a 121,6 miliardi di Dollari, contro i 158 miliardi di Dollari di Disney. Tali dati si riferiscono sempre allo scorso giovedì, quando il titolo di Mickey Mouse aveva chiuso in perdita.

Proprio Disney, già in passato, dopo aver annusato la minaccia, ha deciso di intraprendere una serie di azioni per contrastare Netflix: innanzitutto ha deciso di rimuovere, a partire dal 2019, tutti i suoi contenuti dal catalogo (compresi quelli Marvel e Pixar), dopo di che si è apprestata ad annunciare il lancio di una propria piattaforma.

Alla fine dello scorso anno, poi, Disney ha acquistato 21st Century Fox per 52,4 miliardi di Dollari, un affare ancora in attesa dell'ok definitivo da parte delle agenzie di regolamentazione.

Non sappiamo al momento se ciò basterà. Netflix ha alle spalle un'infrastruttura consolidata ed una base di utenti che sembra apprezzare il lavoro portato avanti. La sfida però si rivelerà estremamente interessante.

Quanto è interessante?
6