Lancio di successo per Crew-1: si apre l'era dei "taxi" spaziali verso la ISS

Lancio di successo per Crew-1: si apre l'era dei 'taxi' spaziali verso la ISS
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Nella nottata appena trascorsa, alle ore 01:27 precise, il razzo Falcon 9 della SpaceX ha lanciato la capsula Crew Dragon con a bordo quattro astronauti diretti verso la ISS. Si è tratta della prima missione operativa umana tra SpaceX e la NASA, coronando un sogno dopo anni di sforzi.

Non c’erano molti dubbi sull’esito della missione ma è sempre bello averne una conferma ufficiale: il lancio della capsula della compagnia di Elon Musk, nominata per l’occasione “Resilience”, è stata lanciata in maniera esemplare, sancendo un successo importantissimo non solo per “l’economia” spaziale americana, ma anche per quella mondiale.

Erano nove anni che una missione operativa (il lancio di Demo-2, seppur di valore, non rientra nel conteggio odierno) non prendeva il volo dal suolo americano, per di più con un vettore a sua volta americano e costruito da una società privata quale SpaceX. Tutto ciò è stato possibile grazie alla collaborazione con la NASA mediante il “Commercial Crew Program”: un progetto indirizzato ad aiutare varie compagnie private nello sviluppo di tecnologie utili all’esplorazione spaziale.

La NASA adesso non solo ha un “problema” in meno a cui pensare (riducendo anche le sue spese), ma può vantare un sistema di lancio funzionante ed affidabile nel proprio territorio, non dovendo più contare sull’esclusività dei vettori russi per raggiungere la Stazione Spaziale Internazionale.

Ciò è una buona notizia non perché russi e americani siano un po’ come cani e gatti (in ambito scientifico non esiste questa dicotomia) ma perché avere un’alternativa, una sicurezza in più, permette di gestire meglio le missioni, riducendo il rischio dei ritardi e di levitazione dei costi. Il discorso è tanto di guadagnato anche per "noi" e per le altre agenzie, come l'ESA, la JAXA e via dicendo.

Insomma, un grande successo che apre un nuovo capitolo per l’esplorazione spaziale! Ora la capsula Crew Dragon è in volo orbitale verso la ISS: impiegherà un totale di 27h di volo per arrivare a destinazione e l’attracco è previsto alle ore 05:00 di stanotte, nella notte tra il 16 e il 17 novembre.

Quanto è interessante?
3