di

Il 17 luglio 2020 è accaduto un evento che ha "scosso" il mondo del rap italiano e della musica in generale. Infatti, Pi'erre Bourne, producer americano noto per aver realizzato beat per artisti di fama internazionale, da Playboi Carti a Travis Scott, ha lasciato un inequivocabile commento sotto un post Instagram dell'artista italiano Lazza.

"I didn't produce 2TIRI please remove my tag and my name", ovvero "Non ho prodotto 2TIRI per favore rimuovi il mio tag e il mio nome". Il commento è stato lasciato direttamente dall'account Instagram ufficiale di Pi'erre Bourne, quindi si tratta proprio del succitato producer americano. In parole povere, Bourne, dopo essere stato "taggato" da Lazza in un post relativo all'uscita del mixtape denominato "J", ha smentito di essere stato coinvolto nella realizzazione della base musicale di "2 Tiri", brano che vede anche la collaborazione di Tha Supreme.

Alcuni fan hanno subito pensato al peggio, andando ad accusare direttamente Lazza di aver inserito un tag non veritiero per "fingere" che la traccia fosse prodotta da Bourne. In realtà, la situazione e ben più complessa di così e l'artista italiano sembra aver fatto tutto in buona fede. Infatti, stando alle ricostruzioni effettuate nelle ultime settimane, la storia è particolarmente intricata, nonché interessante da analizzare anche affinché non accada più una cosa del genere in futuro.

Tutto gira attorno a questo nome: Marvin Cruz. Quest'ultimo è un producer che, stando a quanto si può vedere su YouTube, in passato avrebbe apparentemente collaborato con il succitato Pi'erre Bourne. Tuttavia, quest'ultimo ha affermato di non aver messo mano al beat del brano "2 Tiri" di Lazza e Tha Supreme. Tra l'altro, in una prima versione di quest'ultimo singolo, in apertura si poteva sentire il "tag" di Bourne, ovvero la "sigla" che i producer solitamente utilizzano per far riconoscere al pubblico che si tratta di una loro base. In seguito alla "segnalazione" del producer americano, il brano è stato ripubblicato senza tag e senza citazione a Pi'erre.

In un recente articolo pubblicato su Rebel Magazine, compaiono alcune dichiarazioni attribuite al rapper italiano Laioung, che fanno comprendere un po' meglio la situazione. "Marvin Cruz ha voluto spacciarmi dei beat di Pi'erre Bourne. Dichiarava di avere beat di Pi'erre allo spaccio e ha cercato di vendermi beat suoi, ma io non ci sono mai cascato". In parole povere, a quanto pare non sarebbe la prima volta che questo accade.

Ci ha pensato inoltre lo stesso Lazza a fare ulteriore chiarezza, rilasciando alcune dichiarazioni a TRX Radio (qui sopra trovate il video pubblicato sul loro canale YouTube). In seguito a una domanda dell'intervistatore, il rapper italiano ha risposto: "Sono venuto in contatto con questo produttore, Marvin Cruz, che già conoscevo perché sono fan e amico di qualche rapper della scena spagnola [...] Sono andato sul sicuro perché c'erano già degli altri pezzi, che risultavano coprodotti da Marvin con Pi'erre.

[...] Io non sapevo minimamente che [...] forse qualcuno addirittura aveva già fatto un vlog su questa cosa. [...] A quanto pare, Marvin spacciava delle strumentali sue per strumentali 'coprodotte con'. [...] Quando il pezzo ha cominciato a girare forte, perché comunque oggi conta già 3 milioni dopo una settimana, [...] la gente mi ha scritto. [...] Questo messaggio è girato così tanto che è arrivato anche a Pi'erre, con cui poi io mi sono scritto. [...]

Preferisco essere onesto è dire [...] mi sono pigliato una fregatura, ma non farei mai quello che si spaccia per più di quello che è". Per il resto, Lazza ha affermato che con il producer americano è stato tutto sistemato, tanto che quest'ultimo avrebbe anche accennato a una possibile reale collaborazione tra i due in futuro.

Insomma, alla fine il problema sembra essere venuto a galla e tutto, perlomeno in superficie, sembra essere stato risolto. Tuttavia, era interessante raccontarvi questa storia una volta passato il polverone, in modo che tutti sappiano quanto accaduto e cerchino di evitare queste situazioni in futuro.

Per completezza di informazione, "2 Tiri", che tra l'altro è stato per un po' di tempo nelle Tendenze italiane di YouTube, è contenuto nel mixtape "J" di Lazza, che vede coinvolte 333 Mob e Universal Music Group.

Quanto è interessante?
1
Lazza, Pi'erre Bourne e l'incredibile storia del beat del brano 2 Tiri