di

Il mondo dell'intelligenza artificiale, nonostante gli allarmi lanciati da molti esperti, è estremamente affascinante. Gli scienziati sono arrivati a ritenere che l'introduzione di un sistema simile ad un ormone, come quello del cervello umano, potrebbe dare all'IA la capacità di ragionare e prendere decisioni come le persone reali.

Alcune ricerche pubblicate di recente indicano che l'emozione umana, in una certa misura, altro non sarebbe che il sottoprodotto dell'apprendimento. Ciò significa che le macchine potrebbero rischiare la depressione, proprio come gli esseri umani.

Zachary Mainen, neuroscenziato presso il Champalimaud Centre for the Unknown di Lisbona, parlando nel corso di un simposio sul calcolo canonico nel cervello e nella macchina, ha discusso le possibili implicazioni di alcuni recenti esperimenti per scoprire gli effetti della seratonina sul processo decisionale.

Secondo Meinen ed il suo team, la seratonina potrebbe non essere correlata all'umore o stati emotivi come la felicità, ma invece è un neuromodulatore progettato per aggiornare e modificare i parametri di apprendimento del cervello. Lo scienziato ritiene persino che tali meccanismi possano essere necessari per l'apprendimento automatico, nonostante alcuni effetti collaterali di cui soffrono le persone.

La ricerca è però ancora nelle fasi iniziai e richiede test ulteriori, ma esperimenti condotti sui topi indicano che la seratonina gioca un ruolo importante su quali dati il cervello sceglie di mantenere e sul peso che gli dà. Fondamentalmente, gli esperimenti mostrano che seratonina e dopamina possono essere intrinsechi nello sviluppo dell'intelligenza.

Per determinare in che modo la seratonina influenza il processo decisionale, gli scienziati hanno offerto ai topi due tipi di percorsi: destra e sinistra. A fine percorso, hanno messo come ricompensa una bacinella d'acqua da cui potevano bere. Nel momento in cui i topi hanno mostrato una certa familiarità con la posizione della ricompensa, il team è stato in grado di innescare una risposta alla seratonina nei roditori spostando l'acqua, cercando di sorprenderli. Il fatto che i topi trovassero l'acqua non è risultato essere un fattore determinante per capire i livelli di seratonina, ma l'aspetto importante è rappresentato dalla sorpresa degli stesso roditori.

Il team di Meinen ha anche condotto degli altri esperimenti, inclusa l'attivazione manuale della produzione di seratonina in un animale che correva in un campo, ed ha scoperto che i soggetti rallentavano quasi immediatamente dopo un picco. Questo secondo Meinen indica che la seratonina fa si che un sistema di apprendimento metta meno valore su cose che sono appena accadute, al posto di lavorare per cambiare le ipotesi precedenti. Questo, quindi, potrebbe essere un grande beneficio per l'IA.

I ricercatori hanno anche iniettato negli stessi topi un inibitore di seratonina ed hanno scoperto che l'apprendimento avveniva con ritardo. Con l'ormone, o neurotrasmettitore come spesso viene definito, ci sono voluti un paio di giorni perchè i lori cervelli normalizzassero i nuovi dati. Tale tempo è aumentato quando i topi non erano in grado di liberare naturalmente la seratonina. Ciò significa che la seratonina può essere cruciale per l'apprendimento.

Ma veniamo al titolo della news.

Che questo sia utile o meno agli sviluppatori di tecnologie di machine learning dipende da quanto strettamente questi intendono imitare il cervello umano. Alcuni scienziati sostengono che gli squilibri chimici in un cervello organico sono anomali, ma questa ricerca sembra indicare il contrario. Il team infatti ipotizza che gli iper-modulatori, simili alla seratonina, potrebbero essere usati come scorciatoie per impedire ai sistemi automatici di rimanere bloccati in modelli obsoleti.

A questo punto entrano in gioco le emozioni delle macchine. Progettare un robot per gestire un ambiente statico usando l'apprendimento supervisionato probabilmente non preparerà le macchine ad affrontare il mondo reale, in continua evoluzione, ecco perchè dare loro emozioni (dalla depressione all'allucinazione) potrebbe sembrare una buona idea.

FONTE: TNW
Quanto è interessante?
6

Gli ultimi Smartphone, TV 4K o gli accessori più GEEK li trovate in offerta su Amazon.it