Le Iene: ci sono gli organizzatori dietro il bagarinaggio online dei biglietti

di

Nella serata di ieri, nel corso della puntata delle Iene andata in onda in prima serata su Italia 1, il programma ha pubblicato un nuovo servizio relativo alla questione del bagarinaggio online e secondary ticketing, di cui vi abbiamo già parlato su queste pagine.

Il servizio potrebbe aver portato alla luce delle informazioni clamorose. A quanto pare, la fetta più grande dei biglietti pubblicati su siti come Viagogo non è messa in vendita da utenti privati, ma direttamente dagli organizzatori.
Nel servizio di Viviani e De Vitiis, visualizzabile attraverso questo indirizzo, viene mostrata una fattura da 13.000 Euro emessa da un servizio di secondary ticketing direttamente all’organizzatore, che incassa il 90% di questa fetta.
Un’altra informazione portata alla luce riguarda i biglietti non venduti, che non diventano disponibili alla cassa prima dei concerti, ma vengono semplicemente buttati.
L’amministratore delegato di Live Nation Italia, Roberto De Luca, dinanzi alla fattura da 140.000 euro messa da un sito di barinaggio, si è rifiutato di fornire qualsiasi tipo di risposta.
Il servizio arriva a poco più di ventiquattro ore dall’apertura, da parte del PM di Milano, di un’inchiesta per sostituzione di persona e truffa informatica.

Quanto è interessante?
0