Le migliori foto di Hubble: M8, la nebulosa Laguna che brilla nel cielo

di
La nebulosa Laguna, nota anche come M8 nel catalogo Messier o NGC 6523, venne scoperta dall'italiano Giovanni Battista Hodierna nel 1654 che come Charles Messier voleva catalogare tutti gli oggetti nebulosi della volta celeste così che non venissero confusi con delle comete.

Questa nuvola di gas interstellare al cui interno si formano nuove stelle è visibile nella costellazione del Sagittario, così luminosa da risultare visibile anche ad occhio nudo nei cieli più scuri e lontani dalle luci artificiali, specialmente ad agosto.

La distanza di questo ammasso di gas dal nostro pianeta è di 5.200 anni luce e anche se nelle foto non è ben visibile dietro alla nuvola c'è un cluster di stelle (ammasso di stelle) chiamato NGC 6530. Le stelle massive che si trovano nella nebulosa emettono un'enorme quantità di radiazione ultraviolette che ionizzano il gas circostante e lo fanno brillare, rendendo la nebulosa Laguna estremamente brillante.

Le foto che trovate in fondo alla news ritraggono dunque le emissioni di luce di tutto il gas ionizzato dall'ultravioletto, che copre le stelle che si alimentano della nuvola. Come è noto i colori delle foto degli oggetti celesti sono fittizi e sfruttati dagli astronomi solo per distinguere gli elementi chimici. Nell'immagine per lo più arancione che si sviluppa in orizzontale il rosso in questo caso è associato all'idrogeno, il verde rappresenta l'azoto mentre i bagliori blu e bianchi sono la luce riflessa di una stella gigantesca appena al di fuori dei margini della foto.

L'immagine che si estende in verticale e presenta una nube più scura che copre la stella arancione centrale Herschel 36 è stata realizzata combinando la luce visibile e l'infrarosso. Herschel 36 è la principale fonte degli ultravioletti che ionizzano il gas interstellare e rendono visibile la nebulosa Laguna.

In un'altra immagine Herschel 36 compare più rossa, situata in basso a destra, sempre coperta dalla scura nube. In questo scatto il blu rappresenta l'ossigeno, il verde l'idrogeno e il rosso lo zolfo.

M8 è l'ottavo oggetto del catalogo Messier, il primo catalogo astronomico di oggetti celesti diversi dalle stelle, pubblicato da Charles Messier nel 1774 con il nome Catalogue des Nébuleuses et des Amas d'Étoiles.

Se siete appassionati di astronomia o semplicemente apprezzate le foto che ritraggono gli oggetti nello spazio, vi rimandiamo ad altre news riguardanti le foto di Hubble del catalogo Messier: M1, M2, M4.

FONTE: nasa/esa
Quanto è interessante?
7
Spazio Spazio Spazio