Le soluzioni AMD Radeon Pro supportano Amazon Web Services (AWS) AppStream 2.0

di

AMD e Amazon Web Services (AWS) hanno annunciato attraverso un comunicato stampa che si sono uniti per lo sviluppo della nuova generazione di applicazioni virtuali.

AWS AppStream 2.0 è in grado di offrire applicazioni virtualizzate sfruttando l’accelerazione della GPU, dagli strumenti standard di produttività di Windows fino alle ben più robuste applicazioni di progettazione e ingegneria, il tutto grazie ad AMD Radeon Pro.

Le GPU virtualizzate Radeon Pro sono multiutente e presentano la prima ed unica tecnologia di virtualizzazione basata su hardware in una GPU, sfruttando SR-IOV (Single Root I/O Virtualization). SR- IOV rappresenta la scelta migliore per tre motivi:

  • È dotato di una logica di pianificazione della GPU nell'hardware, contribuendo a garantire una migliore qualità del servizio per gli utenti.
  • Preserva l’integrità dei dati delle Macchine Virtualizzate (VM) e dei dati delle sue applicazioni, il tutto attraverso la logica di isolamento della memoria su hardware, impedendo così che un VM possa accedere a un altro VM.
  • Espone tutte le funzionalità grafiche della GPU alle applicazioni consentendo un supporto virtuale completo non solo per API di grafica come DirectX e OpenGL, ma anche API di calcolo GPU come OpenCL.

Il risultato è una applicazione di virtualizzazione altamente performante, flessibile e sicura.

Amazon Web Services si aggiunge ad altre importanti aziende di cloud computing che sfruttano la potenza della tecnologia Radeon Pro per gestire funzionalità workstation dal cloud verso qualsiasi dispositivo collegato, infatti AMD ha stipulato anche delle recenti collaborazioni con Google e Alibaba.

Quanto è interessante?
2