Le startup possono chiedere agli investitori denaro attraverso Twitter

di

Twitter è pronta a diventare una sorta di piattaforma di crowdfunding, anche se il funzionamento sarà radicalmente rispetto ai classici servizi come Kickstarter.

La US Securities and Exchange Commission, però, ha dato il via libera a Twitter per introdurre una funzione che permetterà alle startup di chiedere agli investitori denaro e che quindi consentirà agli iscritti di esprimere il loro interesse in azioni future o offerte di debito.
Questo funzionerà ovviamente solo con le piccole società, che hanno un giro d'affari inferiore a 50 milioni di Dollari all'anno, ma si tratta chiaramente di un modo, da parte di Twitter, di aiutare le giovani aziende ad ottenere finanziamenti, dal momento che molte di queste operano esclusivamente online.
Non sappiamo però al momento come funzionerà questo sistema, ma è curioso pensare che 140 caratteri potranno essere utilizzati per investire in una giovane startup. Twitter ancora non ha nemmeno diffuso dettagli su quando la feature sarà disponibile. 

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
0