Le strisce blu di Milano diventano tecnologiche: arriva il tagliando elettronico

di

Milano continua a guardare al futuro, e dopo la svolta green di cui vi abbiamo a lungo parlato su queste pagine a seguito dell'annuncio del sindaco, Giuseppe Sala, arriva un'altra novità per i cittadini del capoluogo lombardo.

Il Comune, infatti, mira ad eliminare i tagliandini cartacei per i parcheggi nelle strisce blu, i quali vengono rilasciati dai parcometri come ricevuta di pagamento o possono essere acquistati in bar e ricevitorie che li vendono.

Presto, i cittadini non dovranno fare altro che digitare la targa della propria vettura sulla colonnina per pagare il parcheggio, senza il bisogno di esibire alcun tipo di ricevuta cartacea sul parabrezza. La rete sfrutterà la piattaforma d'IoT per garantire la dematerializzazione dei grattini e simili.

Negli ultimi mesi, infatti, i parcometri sono stati aggiornati per supportare la nuova funzione: attualmente sono circa 1.700 le macchinette che consentono di effettuare il pagamento in questo modo, ma entro la fine dell'anno il numero crescerà ulteriormente arrivando fino alla periferia.

Gli addetti della Polizia Municipale potranno capire se le macchine sono in regola attraverso i palmari, che sono stati aggiornati per leggere rapidamente le targhe e capire se è stato effettuato il pagamento del parcheggio.

Il pagamento, chiaramente, potrà essere effettuato anche attraverso carta di credito o bancomat, oltre che con monete cartacee.

Quanto è interessante?
6

Il caffè di Starbucks a casa tua con le pratiche capsule in vendita su Amazon.it, compatibili con le macchine espresso delle principali marche.