Le vendite di vinili continuano ad aumentare: toccato il picco del 1990

di
Le ritorno del vinile abbiamo a lungo parlato su queste pagine, anche attraverso degli articoli specifici in cui si è discusso di questa vera e propria riscoperta del vintage, che mai come quest'anno si è consolidata come uno dei fenomeni del momento.

A conferma di ciò arrivano anche le ultime statistiche da parte di un noto rivenditore di dischi del Regno Unito, HMV, da sempre uno dei mercati di riferimenti per l'industria musicale. Secondo un nuovo studio pubblicato dalla famosa catena di distribuzione, il 2017 segnerà un record per la vendita di vinili, e potrebbe superare addirittura i dati del 1990, ovvero l'anno in cui i 33 e 45 giri iniziarono la loro parabola discendente dopo aver toccato il picco.

Questo successo, come ampiamente preventivato, è trainato dalle edizioni limitate dei vecchi CD, che molti artisti hanno deciso di lanciare nei negozi per i collezionisti, ma a ciò si aggiungono anche i nuovi album rilasciati nel corso dell'anno. Tra i più venduti figurano, manco a dirlo, quello di Ed Sheeran ed i nuovi di Noel e Liam Gallagher, i due ex Oasis che sono tornati nei negozi con le loro nuove creazioni.

Le vendite dei vinili nel Regno Unito sono sulla buona strada per raggiungere quota 4 milioni di copie vendute, in linea con gli altri mercati europei e quello americano. Si tratta del numero più alto registrato dal 1990, ma potrebbe aumentare ulteriormente a ridosso delle festività natalizie, nel corso del quale i vinili si configureranno tra i regali più venduti.