Leggere fake news condiziona negativamente la nostra memoria, ma ricordarle la migliora

Leggere fake news condiziona negativamente la nostra memoria, ma ricordarle la migliora
INFORMAZIONI SCHEDA
di

La lettura di fake news potrebbe avere degli effetti molto curiosi sulla nostra mente: non soltanto la lettura ripetuta della stessa disinformazione può far sì che noi la riteniamo corrispondente alla realtà, ma allo stesso modo ricordare fake news del passato può aiutarci a proteggere la nostra mente da esse e farci ricordare più eventi reali.

Questo nuovo studio è stato condotto da un team di tre ricercatori guidato dal professore di psicologia della University of Green Carolina di Greensboro Christopher Wahlheim su un campione di 96 persone, alle quali è stato chiesto di leggere notizie verificate e fake news, seguite dalla lettura di dichiarazioni che correggevano la disinformazione, per poi porgli domande sui fatti accaduti e indicargli se ricordavano elementi veri o falsi.

I risultati della ricerca hanno mostrato che ricordare la notizia falsa letta in passato ha migliorato il ricordo dei fatti accaduti veramente e l’accuratezza delle convinzioni dei partecipanti. Secondo i ricercatori, questo indicherebbe un aumento della consapevolezza delle discrepanze tra realtà e finzione, ma anche l’aumento della frequenza con cui si aggiornerebbe la memoria, diminuendo così gli effetti negativi dell’esposizione a notizie false nel breve termine.

Secondo Christopher Wahlheim, “Ricordare alle persone di precedenti incontri con notizie false può migliorare la memoria e le convinzioni sui fatti che correggono la disinformazione. Questo suggerisce non soltanto che evidenziare informazioni contrastanti potrebbe migliorare la comprensione della verità in alcune situazioni, ma anche che potrebbero esserci dei vantaggi nell'apprendere come qualcuno è stato fuorviante. Questa conoscenza può rendere note le strategie che le persone usano per contrastare l'elevata esposizione alla disinformazione diffusa per guadagno politico”.

Altri studi recenti hanno mostrato che parlare più lingue il più frequentemente possibile ci permette di apprenderle meglio e ci rende più intelligenti; o ancora, anche scrivere a mano ci permetterebbe di apprendere ogni nozione più rapidamente e in maggiore quantità e precisione.

Quanto è interessante?
1