di

Solo poco tempo fa, parlavamo di come l'elaborazione del linguaggio naturale avrebbe potuto includere la lingua dei segni. A distanza di pochi anni, diventa protagonista la città di Siena, dove è stato creato un avatar in grado di comprendere la LIS.

La compagnia toscana QuestIT con il Santa Chiara Fab Lab di Siena, ha dato vita ad un avatar in grado di comunicare con la nostra lingua dei segni. Come si può vedere nel video della dimostrazione diffusa dalla società, è possibile osservare un uomo che porta il pugno davanti alla bocca e poi incrocia le mani con due dita alzate; si tratta del suo saluto, ma a rispondere vi è una donna in abito nero: "Serve qualcosa?".

La conversazione avviene tutta in LIS, ovvero con la lingua italiana dei segni e uno dei protagonisti del dialogo è un avatar femminile, in grado di produrre e comprendere la lingua mediante l'intelligenza artificiale. "La ricerca è la base dell'innovazione e l'intelligenza artificiale sarà la freccia più potente al nostro arco in vista dei prossimi anni", sottolinea Ernesto Di Iorio, Ceo di QuestIT che ha poi aggiunto anche: "Potenziando così la digital accessibility diamo l'opportunità ai cittadini sordi di accedere autonomamente a informazioni e servizi offerti da enti e realtà del territorio".

I campi di applicazione infatti sono innumerevoli: dall'organizzazione degli appuntamenti negli ospedali alla spiegazione di mostre o eventi culturali nei musei, fino al chiarimento di materie o singoli concetti nelle scuole o nelle aule universitarie e difatti, tale tecnologia può essere inserita all'interno di siti web, applicazioni e vari sistemi proprietari.

Dopo aver visto Caterina, ovvero la prima dipendente comunale virtuale d'Italia, Siena si dimostra ulteriormente all'avanguardia dal punto di vista tecnologico. L'obiettivo ultimo sarà infatti quello di gestire le richieste della clientela in totale autonomia, offrendo assistenza a tutti coloro che la necessitano mediante una tecnologia in grado di comprendere e produrre le parole in segni.

Quanto è interessante?
2