Lenovo aiuta l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) a mappare la Via Lattea

di
L'Agenzia Spaziale Europea ha deciso di rinnovare il contratto con Lenovo e quindi continuerà ad affidarsi a Lenovo NextScale per processare la grossa quantità di dati generata dal Progetto Gaia, che come noto ha l'obiettivo di effettuare una sorta di censimento sull'origine e l'evoluzione del cosmo.

Il tutto avviene attraverso la registrazione di miliardi di stelle, e generando una mappa della Via Lattea accurata, si parla della più precisa mai creata. Un progetto del genere richiede una tecnologia all'avanguardia, in modo tale che gli esperti possano processore e gestire i dati senza alcun errore. Lenovo NeXtScale elimina qualsiasi problema di gestione ed offre prestazioni elevate, ma anche efficienza e flessibilità.
I nostri clienti sono da sempre al centro di tutto quello che realizziamo. Per questo, sviluppiamo e investiamo costantemente in innovazione per offrire loro le soluzioni più competitive sul mercato per raggiungere obiettivi e successi sia in termini di mission sia di business. Collaborazioni come quelle avviate con ESA sostengono la nostra leadership e rappresentano un benchmark importante nel settore dell’elaborazione a elevate prestazioni”, dichiara Wilfredo Sotolongo, VP Data Center Group, Lenovo EMEA.
La collaborazione tra le due parti è cominciata nel 2011 ed il Progetto Gaia toccherà quota un petabyte (un milione di gigabyte o l’equivalente di circa 200.000 DVD) al completamento, su cui ancora non sono disponibili previsioni, però.