Leonardo, il supercomputer italiano dei record: il più potente in Europa, quarto al mondo

Leonardo, il supercomputer italiano dei record: il più potente in Europa, quarto al mondo
di

Dopo aver scoperto il computer quantistico Osprey di IBM, il più potente al mondo, ci spostiamo sul settore dei computer tradizionali per raccontarvi di un'eccellenza tutta italiana. Il supercomputer Leonardo del Datacenter di Cineca, infatti, si è classificato al quarto posto nella top 500 dei PC più potenti al mondo.

Non solo, perché Leonardo è il supercomputer più potente d'Europa, sempre stando alla stessa classifica. Il server si trova presso il datacenter di Cineca, al Tecnopolo di Bologna, ed è basato sulla tecnologia Atos. Nel test High-Performance Linpack, Leonardo ha fatto registrare una potenza di calcolo di 250 PetaFLOPs, ovvero di 250 milioni di miliardi di operazioni in virgola mobile al secondo.

Al di là della velocità operativa, Leonardo ha una memoria di 100 Petabyte complessivi, rendendolo così anche uno dei più grandi server al mondo. Secondo Giuseppe di Franco, CEO di Atos Italia, "Leonardo sarà un abilitatore centrale nel futuro tecnologico italiano ed europeo, un'infrastruttura strategica che permetterà alla ricerca, all'innovazione e ai settori chiave della nostra economia di generare nuovo valore".

Scendendo più nello specifico, Leonardo è stato creato sulla base del supercomputer BullSequana XH2000 di Atos, la cui struttura di base è dotata di quattro GPU NVIDIA A100 Tensor Core e di una CPU Intel Xeon Scalable Processor. La scheda tecnica è completata da una memoria RAM DDR5 di Micron. In totale, Leonardo vanta 3.500 CPU Intel Xeon e ben 14.000 GPU NVIDIA.

Al momento, comunque, Leonardo non è ancora attivo: il super-supercomputer verrà infatti inaugurato il 24 novembre, durante una giornata dedicata alla comunità e alla ricerca scientifica. Il direttore di Cineca, David Vannozzi, ha spiegato che "il supercalcolo rappresenta oggi un fattore di spinta decisivo nella competizione economica e non solo. [...] Oggi abbiamo posto le basi per entrare nella quarta rivoluzione industriale e per poter rileggere la realtà, per modificarla attraverso il supercalcolo".

FONTE: Cineca
Quanto è interessante?
3