Libri, giornali e fumetti in rete gratis illegalmente: sequestrati 19 canali Telegram

Libri, giornali e fumetti in rete gratis illegalmente: sequestrati 19 canali Telegram
di

Continua la controffensiva delle Procure contro la pubblicazione illecita di quotidiani e riviste. Dopo la chiusura dei canali Telegram da parte dell'AGCOM, di cui abbiamo parlato qualche giorno fa, giunge notizia che la Procura di Bari ha disposto il sequestro di altri 19 canali.

L'ordine di sequestro è partito questa mattina e riguarda chat in cui venivano pubblicati ogni giorno libri, periodici e quotidiani in maniera del tutto illegale. Come evidenzia Repubblica, si tratta di un'iniziativa senza precedenti, che va ad abbracciare canali frequentati da milioni di utenti che ogni giorno leggevano fraudolentemente contenuti coperti dal diritto d'autore.

Ancora da identificare i gestori, a cui verrà contestata una serie di reati legati alla violazione di copyright. Nel rapporto si legge che questi "distribuivano, trasmettevano e diffondevano in formato Pdf, riviste, giornali e libri (beni tutelati dal diritto di autore), dopo aver acquisito illecitamente, mediante accesso abusivo al sistema informatico (o comunque con sottrazione illecita ai legittimi detentori) decine di migliaia di files, a fini di lucro (costituito dalla cessione dei dati personali a fine pubblicitario), immettendoli in decine di canali Telegram, liberamente accessibili al pubblico".

Dopo la guerra all'IPTV, sembra ora toccare al mondo dell'editoria, flagellato da sempre da comportamenti fraudolenti che secondo alcune stime avrebbero causato milioni di Euro di danni all'industria.

FONTE: Repubblica
Quanto è interessante?
3