Linkedin, allarme sicurezza: in vendita i dati di 500 milioni di profili sul dark web

Linkedin, allarme sicurezza: in vendita i dati di 500 milioni di profili sul dark web
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Dopo l'enorme data leak di Facebook, che ha coinvolto anche l'amministratore delegato Mark Zuckerberg, anche il social network LinkedIn deve fare i conti con un allarme di sicurezza. Sul dark web infatti è spuntato un enorme archivio con i dati personali di 500 milioni di profili del social network.

Il database include email, numeri di telefono, link a profili di altri social network ed anche i dettagli professionali. I dati sarebbero stati rubati nel 2019, ma solo di recente sono riapparsi online e sono stati scovati da Cyber News.

E' innegabile che un archivio di questo tipo potrebbe essere usato per attacchi di phishing ma anche truffe online. E' per questo motivo che viene sempre consigliato di utilizzare credenziali diverse per ogni servizio, in modo tale da evitare di trovarsi di fronte a brutte sorprese in casi come questo.

Cyber News però ha spiegato che al momento non sembra essere chiaro se i cybercriminali "stiano vendendo i profili aggiornati o se i dati siano stati presi da una precedente violazione subita da LinkedIn ed altre aziende".

I venditori però per dimostrare l'affidabilità e legittimità delle informazioni, permettono di scaricare 2 milioni di credenziali al prezzo di 2 Dollari. Per il database completo invece sono richiesti 1.800 Dollari.

Quanto è interessante?
4