LinkedIn: milioni di password rubate nel 2012 trapelano online

INFORMAZIONI SCHEDA
di

Quattro anni fa, un gruppo di hacker hanno violato LinkedIn, rubando i dati di molti utenti. Nonostante sia passato molto tempo, un utente che si nasconde sotto il nickname “Peace” starebbe vendendo 117 milioni di unsername e password per 5 Bitcoin, l'equivalente di circa 2.300 Dollari.

In totale sarebbero 6,5 milioni gli account compromessi, un numero che la rende la più grande violazione nella storia del social network. Il pirata informatico, però, avrebbe rivelato che il database contiene 167 milioni di account, mentre i nomi utente e password sono 117 milioni.
Tuttavia, al momento nessuno avrebbe mostrato interesse nei confronti di questa “offerta”. LinkedIn ha confermato il tutto attraverso un post sul blog, in cui ha invitato i propri utenti ad attivare la verifica in due passaggi. Sempre quattro anni fa, dopo la violazione, LinkedIn aveva invalidato tutte le password generate in automatico dai propri sistemi, e potrebbe essere questo il motivo per cui nessuno sta cercando di acquistare gli account.

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
0