di

Una telecamera e dei microfoni, attivi 24 ore su 24, documentano, con una Live Stream, il lungo viaggio dei beluga fino alle acque calde e basse in cui si riproducono.

Vi siete mai chiesti come sarebbe osservare, minuto per minuto, la migrazione di un gruppo di beluga fino ai loro siti di riproduzione? Se la risposta è sì, esiste una Live Stream ad essa dedicata. Ad organizzare la diretta è la Polar Bear International and Explore.org che, con una telecamera e dei microfoni montati su una piccola imbarcazione, documenta il viaggio di questi caratteristici e simpatici cetacei. La Live Stream segue la migrazione dei beluga dalle fredde acque dell’Artico fino a quelle più calde del Canada dell’Hudson Bay. In queste acque basse, finalmente, avranno la possibilità di riprendersi dalle fatiche della traversata e di nutrirsi e partorire i loro piccoli.

Queste acque calde sono un sicuro eden in cui far partorire i cuccioli e allevarli perché sono basse e questo impedisce l’ingresso ai grandi predatori dei beluga che vi rimarrebbero intrappolati. Si stima che, ogni anno, all'incirca 57 mila individui intraprendono il viaggio proprio durante questo periodo, tra Luglio ed Agosto. Osservando la diretta, la prima cosa che stupisce è il grande numero di suoni, vocalizzi, anche molto diversi tra di loro, che questi animali emettono durante la navigazione e che vengono captati dai microfoni. Tutti questi rumori non devono, però, sorprenderci. Questi animali, infatti, sono estremamente socievoli e, quindi, comunicano tra di loro spesso e volentieri.

I gruppi che si vengono a creare possono essere formati anche da individui non aventi legami di parentela più o meno stretti e, in più, in questi raggruppamenti si riscontrano individui di entrambi i sessi e dalle età più diverse. Tanto sono socievoli che persino i Narvali possono entrare in questi gruppi eterogenei. Questo è il settimo anno che la Live Stream documenta il viaggio di questi simpatici e meravigliosi animali e lo scopo ultimo è molto nobile: sensibilizzare gli utenti verso uno dei grandi problemi che attanaglia il nostro secolo, ovvero lo scioglimento dei ghiacci. Con la perdita dei ghiacciai, infatti, l’habitat di queste creature verrà probabilmente sconvolto in modi di cui, ancora, ignoriamo l’entità.

Quanto è interessante?
3