Lo smartphone torna nelle classi italiane, ma ecco il decalogo da rispettare

di
Mentre in Francia è ormai entrato in vigore da tempo il divieto di utilizzare gli smartphone nelle classi, in quanto è visto come uno strumento che tende a distrarre gli studenti, in Italia il Ministero dell'Istruzione, Università e della Ricerca ha emanato un nuovo decreto che, di fatto, consentirà di utilizzarlo tra i banchi.

Nella fattispecie, come rivelato da La Repubblica, gli istituti saranno tenuto a redigere dei regolamenti condivisi, spiegando le motivazioni ad alunni e famiglie.

Per l'utilizzo dello smartphone, però, il MIUR ha emanato un decalogo che gli istituti e studenti saranno tenuti a rispettare:

  1. accettare il cambiamento tecnologico
  2. dotarsi di un regolamento
  3. utilizzare il wi-fi
  4. condividere la sperimentazione
  5. chiarire cosa si può fare e cosa no
  6. disabilitare le notifiche
  7. è il docente che decide come usarli
  8. solo per uso didattico
  9. spiegare alle famiglie i motivi
  10. educare a un utilizzo etico

Nella giornata di oggi, 19 Gennaio, alle ore 17 è previsto in incontro a cui prenderà parte il ministro Valeria Fedeli, il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini ed il sindaco di Bologna Virginio Merola, nel corso del quale si discuterà proprio dell'uso dei dispositivi in classe e le metodologie didattiche che potrebbero favorirne l'utilizzo.

L'evento sarà trasmesso anche in diretta streaming sul sito web ufficiale del Ministero, raggiungibile attraverso questo indirizzo.

Nel frattempo, fateci sapere cosa ne pensate di questa nuova normativa.

FONTE: Repubblica
Quanto è interessante?
6