Lombardia: la Regione punta ad usare i tablet per le prossime elezioni

Lombardia: la Regione punta ad usare i tablet per le prossime elezioni
di

Ricordate il referendum dello scorso anno tenuto in Lombardia e per cui sono stati utilizzati 24mila tablet? Secondo quanto riportato da alcuni quotidiani nazionali, la maggior parte di questi sarebbero finiti nei magazzini delle scuole.

L'assegnazione agli istituti d'istruzione avvenne tramite due bandi differenti, ma è servita a poco in quanto molti di questi (20 mila su 24 mila) sarebbero inutilizzati e fermi nei magazzini delle scuole. Il tutto nonostante un esborso da 23 milioni di Euro che all'epoca aprì uno scontro politico di non poco conto.

Lino Giacomoli, del Linux Users Group di Mantova, che ha preparato una guida, parlando con TGCom sottolinea che le voting machine "hanno delle potenzialità, ed è un peccato non usarle in aula. Non si tratta di tablet, ma di veri e propri pc, dalla forma un po' strana, per questo per essere utilizzati al meglio hanno bisogno di una tastiera e un mouse".

La stessa sorte è toccata a vari comuni lombardi: da Mantova a Brescia, passando per Milano e Bergamo: i tablet sono tutti fermi in magazzino e non usati a scuola, come previsto inizialmente.

A confermarlo Antonella Daoglio, dirigente dell'Istituto Comprensivo Mantova 2, secondo cui "Ubuntu non è compatibile con i programmi didattici della scuola media e per ora sono in magazzino". Dello stesso avviso Massimo Pantiglioni dell'IC San Giorgio, che li ha definiti "poco versatili, con poca memoria e possibilità limitate. Ci limitiamo ad usarli per i registri di classe".

Fa eco anche Luciano Giorgi, preside dell'Istituto Comprensivo Erasmo da Rotterdam di Cisiliano, il quale parlando con Il Giornale di Brescia ha affermato che "i tablet sono chiusi nell’armadio, in attesa che venga allestita un'aula informatica adatta". Nelle varie discussioni sono tutti d'accordo sul fatto che ciò che si tratta di tablet poco pratici "visto che pesano due chili, si scaricano a guardarli e per usarli serve il mouse dato che il touchscreen è lento. In più, usano il sistema operativo Ubuntu, che con i file di word, ad esempio, funziona male".

E' arrivata anche la risposta dal Pirellone. La Regione infatti ha annunciato che intende utilizzarli per i prossimi appuntamenti elettorali: "il più vicino è il referendum sull'acqua pubblica del 18 novembre a Brescia" afferma l'assessore leghista Davide Carlo Caparini, che ha lasciato presagire l'utilizzo dei 4.000 tablet restanti per scopi elettorali.

FONTE: tgcom
Quanto è interessante?
7

Il caffè di Starbucks a casa tua con le pratiche capsule in vendita su Amazon.it, compatibili con le macchine espresso delle principali marche.