Lotta al diabete: scoperto un nuovo modo per produrre insulina

Lotta al diabete: scoperto un nuovo modo per produrre insulina
di

I ricercatori del Karolinska Institutet in Svezia hanno pubblicato, su Nature Chemical Biology, un nuovo studio in cui mostrano come, una molecola da loro identificata, stimoli la formazione di nuove cellule produttrici di insulina nel pesce zebra e nel tessuto dei mammiferi, attraverso un meccanismo per regolare la sintesi proteica.

Il dott. Olov Andersson, ricercatore presso il Dipartimento di biologia cellulare e molecolare dell'Istituto Karolinska ed uno degli autori dello studio, ha affermato: "I nostri risultati indicano un nuovo potenziale obiettivo per il trattamento del diabete, in quanto dimostriamo un possibile modo per stimolare la formazione di nuove cellule produttrici di insulina".

Sia il diabete di tipo 1 che quello di tipo 2 sono caratterizzati da livelli elevati di zucchero nel sangue, a causa di bassi livelli di insulina endogena (l'ormone necessario per l'assorbimento del glucosio dal sangue) o di un'incapacità fisiologica di utilizzarla, o anche entrambi. Quindi, iniezioni di insulina, e farmaci ipoglicemizzanti, possono controllare la malattia, senza però curarla del tutto.

Il dott. Christos Karampelias, primo autore dello studio, ha affermato: "Per ovviare a questo problema, un'alternativa potrebbe essere un trattamento che regoli la glicemia, aumentando il numero di cellule β pancreatiche che producono insulina, ed è per questo che stiamo cercando la possibile rigenerazione di queste specifiche cellule".

I ricercatori hanno analizzato un gran numero di interazioni molecolari nelle cellule, fino a trovare quella capace di legarsi ad una proteina chiamata MNK2. Successivamente hanno testato i campioni sul pesce zebra ed altre colture cellulari, scoprendo come la molecola operi regolando la traduzione dell'mRNA e stimolando la sintesi delle proteine, senza le quali non può essere aumentata la formazione di nuove cellule β.

Inoltre, la molecola ha mostrato anche la capacità di mantenere livelli più bassi di glucosio nel sangue rispetto agli standard, inducendo anche la formazione di nuove cellule β pancreatiche dai suini e stimolando l'espressione insulinica negli organoidi umani.

"Ora studieremo l'effetto di questa molecola (e simili) nel tessuto umano, inoltre analizzeremo la proteina bersaglio della molecola, MNK2, nel tessuto di donatori sani e donatori con diabete", ha concluso il dott. Andersson.

Rimanendo in tema, recentemente è stato scoperto un effetto collaterale dimagrante in un farmaco per il diabete. Inoltre, sapete che l'insonnia può aumentare l'insorgenza di diabete di tipo 2?

Quanto è interessante?
3
Lotta al diabete: scoperto un nuovo modo per produrre insulina