Sulla Luna c'è più acqua del previsto, ma c'è un grosso problema a riguardo

Sulla Luna c'è più acqua del previsto, ma c'è un grosso problema a riguardo
di

Nell'annuncio della giornata di ieri la NASA ha confermato al 100% la presenza di acqua accessibile sulla Luna, non solo ai poli. Una grande notizia che non fa altro che aumentare le possibilità di stabilirci permanentemente sulla superficie lunare. Tuttavia, c'è un grosso problema: non abbiamo idea di come estrarla.

Nonostante la scoperta renda la vita più facile, la sua "abbondanza è estremamente bassa e dovrai elaborare alcune migliaia di chilogrammi di regolite lunare per ottenere 1 chilogrammo di acqua", secondo quanto affermato da Shuai Li, uno scienziato planetario dell'Università delle Hawaii e coautore di uno dei nuovi studi.

Una realtà che la NASA non ha di certo tenuto nascosta, ma che ha riconosciuto fin da subito nel suo annuncio ufficiale. "Per essere chiari, non sono pozzanghere d'acqua, ma molecole d'acqua che sono così distanziate da non formare ghiaccio o acqua liquida", afferma Casey Honniball, ricercatore post-dottorato presso il Goddard Spaceflight Center della NASA e autore principale di uno degli articoli recentemente pubblicati.

L'agenzia spaziale americana sta già pianificando di inviare un piccolo satellite sulla Luna per quantificare e studiare l'acqua. Fortunatamente ci sono già delle idee per estrarre il prezioso liquido, che sarà poi utilizzato per fornire supporto vitale agli astronauti e come mezzo di propulsione per i razzi. Un'opzione (molto costosa) è separare l'acqua dal suolo riscaldandola o, così come afferma anche la NASA, facendo passare il terreno attraverso un "processo di selezione semplice".

Insomma, gli esperti sono già al lavoro per un metodo capace di estrarre tutta l'acqua presente, una sfida che sarà - molto probabilmente - superata.

FONTE: futurism
Quanto è interessante?
5