La luna di Saturno ha dei laghi pieni di metano, la scoperta della sonda Cassini

La luna di Saturno ha dei laghi pieni di metano, la scoperta della sonda Cassini
di

Uno studio pubblicato nella giornata di ieri su Nature Astronomy si sofferma sulla più grande luna di saturno, Titano, che assomiglia a tutti gli effetti al nostro pianeta. Si tratta di una luna misteriosa ed integrante in quanto è l'unico altro mondo contenente liquidi sulla sua superficie.

Titano infatti ha il suo "ciclo dell'acqua" ed i suoi poli mostrano un'abbondanza di laghi che hanno suscitato non poche attenzioni da parte degli appassionati. Lo studio infatti ha rivelato che i laghi in questione non sono pieni di acqua, ma sono costituiti da metano liquido.

La scoperta è stata resa possibili grazie alla sonda Cassini, che è stata inviata nel 2006 ed ha rilevato la presenza di alcune macchie scure nell'emisfero settentrionale, che sono appunto i laghi di metano in questione. Titano impiega circa 30 anni per completare il giro intorno al Sole, quindi le sue stagioni sono nettamente più lunghe rispetto a quella a cui siamo abituati sulla Terra.

Nel corso delle rilevazioni effettuate negli ultimi anni, i ricercatori hanno evidenziato la presenza di alcune chiazze scure, che poi erano misteriosamente scomparse. Si tratta dei così detti "laghi fantasmi", che potrebbero essere stagni. L'aspetto interessante è dato dal fatto che proprio queste chiazze scure possono fornire indicazioni sui cicli stagionali ed i cambiamenti del clima durante il suo giro intorno al Sole.

Secondo lo studio, però, i laghi sarebbero "poveri di nutrienti". Maggiori informazioni però potrebbero arrivare grazie ad un drone, noto come Dragonfly, che dovrebbe studiare meglio Titano.

FONTE: CNET
Quanto è interessante?
7