Mac App Store, ora ancora più sicuro (e ancora più chiuso)

di

Sembra che Apple voglia far assomigliare sempre più il nuovo Mac App Store al più anziano e famoso App Store per iOS. In particolare, in una mossa già annunciata il mese scorso ma rimandata all'ultimo momento per permettere agli sviluppatori di adeguarsi ad essa, sembra che da oggi sia necessario, per le app ospitate dalla piattaforma digitale, girare in ambiente sandbox. Questo significa che le applicazioni potranno accedere solo ad una parte limitata delle risorse del sistema, in un tentativo da parte di Apple di impedire la pubblicazione di malware e applicazioni che possano compromettere la stabilità dei suoi computer. Sarà comunque possibile per sviluppatori e software richiedere dei permessi speciali per l'accesso ai meandri più profondi del sistema operativo ma queste richieste dovranno essere giustificate nel processo di approvazione del programma.

Quanto è interessante?
0