di

Amazon punta sempre più sulla robotica per modernizzare i suoi magazzini ed aumentare la sicurezza sul lavoro. Dopo l'annuncio del via alle consegne di Amazon con i droni, il colosso di Seattle ha tolto il velo da Proteus: il primo robot mobile completamente autonomo.

Pensato per spostare grandi carrelli e pacchi, Proteus è in grado di spostarsi in sicurezza tra i dipendenti umani essendo dotato di una “tecnologia avanzata di sicurezza, percezione e navigazione”. In occasione di tale annuncio, Amazon ha anche pubblicato un video - che trovate come sempre in apertura - in cui si vede Proteus muoversi liberamente in un magazzino: quando un essere umano entra nel suo raggio d’azione, il robot si blocca per poi riprendere quando la persona si è allontanata.

Non si tratta dell’unico robot presentato da Amazon: un altro si chiama Cardinal, ed è un braccio robotico in grado di sollevare e spostare pacchi fino a 50 libbre, che dovrebbe essere implementato nei magazzini il prossimo anno. Nel comunicato Amazon spiega che è dotato di un sofisticato sistema di visione artificiale che gli consentono di prelevare e sollevare i singoli pacchi anche se sono in una pila.

L’e-commerce ha anche mostrato una nuova tecnologia che potrebbe consentire ai dipendenti di abbandonare gli scanner manuali per i codici a barre in quanto è in grado di riconoscere i pacchi senza scansionare l’etichetta. A riguardo non sono stati diffusi molti dettagli sul funzionamento, ma il sistema è sicuramente innovativo: si parla di una combinazione di deep learning e telecamere a 120fps.

Amazon sottolinea che tutti i nuovi robot sono progettati per incrementare la sicurezza dei suoi magazzini: Cardinal opera in luoghi in cui i lavoratori solleverebbero pacchi pesanti, evitando quindi problemi di salute alla schiena. Proteus invece riduce la necessità di spostare manualmente oggetti pesanti.

Contestualmente, Amazon sta anche lavorando su un robot che dovrebbe consegnare container ai lavoratori.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
4