Magic Leap: ecco come sarà uno dei visori di realtà aumentata più interessanti

di

La realtà aumentata è uno degli argomenti più in voga dell'ultima "era" tecnologica. Uno dei lavori più interessanti in questo ambito è quello di Magic Leap, la startup americana che ha raccolto, grazie ad una campagna di crowfounding, milioni di dollari per produrre un visore di realtà aumentata di cui oggi abbiamo il primo assaggio.

Nonostante la società abbia dichiarato che questo modello non è indicativo dell'hardware finale, il brevetto trapelato risulta essere molto utile per iniziare a comprendere il lavoro di Magic Leap.
Come si evince dalle immagini il "caschetto" è diviso in due parti distinte, una anteriore ed una posteriore, tenute insieme da una cinghia che compre anche la parte superiore del cranio.
Secondo le speculazioni la parte posteriore dovrebbe essere quella adibita all'alloggiamento dei sensori che permettono al visore di dare vita alle immagini. Ricordiamo che la tecnologia usata per questi VR non è legata alle lenti, ma ad un particolare "chip fotonico a campo luminoso".
Questa soluzione è descritta come una componente di piccole dimensioni in grado di gestire il flusso di fotoni, creando in questo modo un segnale di campo luminoso digitale.
Il segnale viene poi inviato al visore posto ovviamente sulla parte anteriore del device.
Non ci sono altre novità rispetto a quelle che erano già conosciute in passato. L'unica certezza è data dai milioni di dollari raccolti da Magic Leap (donati da aziende come Google e Warner Bros) che rendono l'idea delle aspettative che ci sono dietro questo prodotto.

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
0
Il Mondo della TecnologiaIl Mondo della TecnologiaIl Mondo della Tecnologia