Una malattia infiammatoria potrebbe essere legata alle microplastiche

Una malattia infiammatoria potrebbe essere legata alle microplastiche
di

Gli scienziati sanno che siamo circondati dalle microplastiche e che possono essere trovate ovunque, dalla cima di una montagna fino all'interno della placenta umana, ma non conoscono le reali implicazioni di queste particelle plastiche all'interno del nostro corpo e sulla nostra salute. La ricerca, però, sta iniziando ad avere qualche risposta.

Un nuovo studio condotto da alcuni scienziati in Cina ha trovato un legame tra microplastiche e una malattia infiammatoria intestinale (IBD). "Abbiamo scoperto che la concentrazione di microplastiche nella materia fecale dei pazienti con IBD era significativamente più alta di quella delle persone sane", hanno scritto gli autori nello studio. "In totale, sono stati rilevati 15 tipi di microplastiche nelle feci".

Secondo il documento, pubblicato sulla rivista Environmental Science & Technology, non è chiaro se le persone con IBD abbiano più problemi a filtrare la plastica all'interno dal loro corpo, causando quindi un grande aumento di questi livelli, o se la plastica stessa sia la causa della malattia. Quello che sembra chiaro, invece, è questo legame.

Tali problemi sono causati dal nostro eccessivo uso di plastica che sta per raggiungere, secondo numerosi scienziati, un punto di svolta irreversibile. Per farvi capire di quello che stiamo parlando, dovete sapere che entro il 2030 (quindi tra "soli" otto anni) il nostro mare potrebbe contenere 53 milioni di tonnellate di plastica, mentre nel 2050 ci sarà più plastica che pesci negli oceani.

FONTE: futurism
Quanto è interessante?
2