Mangiare più formaggio e bere più vino aiuta a ridurre il declino cognitivo?

Mangiare più formaggio e bere più vino aiuta a ridurre il declino cognitivo?
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Nel nuovo numero di novembre del Journal of Alzheimer's Disease dei ricercatori hanno analizzato i dati raccolti da 1.787 adulti anziani nel Regno Unito. Il tutto è stato fatto attraverso la UK Biobank, un database biomedico su larga scala contenente informazioni genetiche e sanitarie dei partecipanti.

I partecipanti hanno anche risposto a domande sul loro consumo di cibo e alcol attraverso due valutazioni di follow-up. Il questionario ha chiesto agli esaminati il ​​loro consumo di frutta fresca e secca, verdure crude, carne, latticini e tantissimi altri alimenti che mangiamo (e beviamo) giornalmente.

Sono stati quattro i risultati più significativi dello studio:

  1. Il formaggio, di gran lunga, ha dimostrato di essere l'alimento più protettivo contro i problemi cognitivi legati all'età (anche in età avanzata);
  2. In consumo di alcol, in particolare vino rosso, è legato a miglioramenti della funzione cognitiva;
  3. Il consumo settimanale di agnello, ma non di altre carni rosse, migliora le capacità cognitive a lungo termine;
  4. Le persone a rischio di Alzheimer dovrebbero controllare l'assunzione del sale, per evitare problemi cognitivi nel tempo;

Ovviamente, soprattutto per quanto riguarda il formaggio e il vino rosso (alimenti consumati anche dai romani), lo studio sottolinea che devono essere assunti in modo responsabile. "Anche se abbiamo preso in considerazione se ciò fosse dovuto solo a ciò che le persone mangiano e bevono, sono necessari studi clinici randomizzati per determinare se apportare semplici modifiche alla nostra dieta aiuti il nostro cervello in modi significativi", afferma infine Auriel Willette, assistente professore in Scienze alimentari e nutrizione umana.

Quanto è interessante?
2