I manifestanti di Hong Kong hanno usato AirDrop per aggirare il firewall cinese

I manifestanti di Hong Kong hanno usato AirDrop per aggirare il firewall cinese
INFORMAZIONI SCHEDA
di

E' sicuramente singolare il metodo utilizzato dai manifestanti di Hong Kong, che nelle ultime settimane sono scesi in piazza per protestare contro la legge sull'estradizione, per aggirare il grande firewall cinese e quindi diffondere informazioni liberamente. Secondo quanto riportato da QZ, gli organizzatori si sarebbero affidati ad AirDrop.

Il giornale riferisce che i contestatori hanno diffuso informazioni ai visitatori cinesi della Cina Continentale tramite la piattaforma di Apple che permette di inviare video e foto tramite Bluetooth e WiFi. Nello specifico, sarebbe stato diffuso una sorta di invito ad impostare AirDrop su aperto per consentire a chiunque nelle vicinanze di inviare file ai dispositivo.

La scelta è risultata obbligata in quanto nonostante le manifestazioni abbiano visto una massiccia partecipazione, la Cina Continentale ha deciso di censurare completamente la notizia, che non ha fatto capolino nè sulla stampa tanto meno sui giornali. Per tale ragione, molti turisti cinesi che hanno visitato Hong Kong si sono trovati spiazzati di fronte alle mobilitazioni, in quanto non ne erano a conoscenza.

I manifestanti di Hong Kong quindi si sono rivolti alla funzione presente in iOS per trasmettere il messaggio ai loro compatrioti cinesi. Secondo quanto riferito da alcuni, sarebbero stati inviati messaggi scritti in cinese semplificato, per renderli facilmente leggibili da tutti. Alcuni messaggi contenevano persino codici QR collegati ad Aliplay e WeChat Pay, due dei principali sistemi di pagamento utilizzati in Cina. Effettuando la scansione si veniva reindirizzati ad una pagina contenente tutte le informazioni sulla tanto contestata legge.

FONTE: qz
Quanto è interessante?
4