I nostri mari saranno presto invasi da questo pesce alieno: ecco cosa fare

I nostri mari saranno presto invasi da questo pesce alieno: ecco cosa fare
di

Francesco Tiralongo ricercatore e ittiologo dell’Università di Catania e responsabile del progetto AlienFish, ha pubblicato di recente sulla rivista scientifica "Bioinvasion Records" i risultati di uno studio condotto sul Mezzobecco, un pesce che forse, potrebbe invadere le acque del Mar Mediterraneo.

Il mezzobecco è una specie aliena apparsa per la prima volta nel Mar Mediterraneo nel lontano 1927 nelle acque palestinesi. Non si hanno sue notizie nelle nostre acque, fino al 2013 anno dei primi avvistamenti. Da quel momento non sono stati più rilevati se non nel maggio 2021, quando il dott. Tiralongo ha avuto la possibilità di studiarne un esemplare rinvenuto a Noto, in Sicilia.

In realtà, il mar Mediterraneo è area di transito di molte altre specie aliene (non-indigene) provenienti dal Mar Rosso grazie l’apertura artificiale del canale di Suez in Egitto. Si tratta di animali definiti "lessepsiane" in onore di Ferdinando De Lesseps esecutore e ideatore del canale di Suez per l’appunto.

L’invasione di tali specie riflette, purtroppo, la distruzione ambientale che invade la nostra terra. L’inquinamento e lo sfruttamento eccessivo delle risorse rappresentano la causa principali dei vari cambiamenti e minacce ecologiche alle quali assistiamo.

Nello specifico, si tratta secondo gli studiosi di pesci che sembrerebbero essere invasivi e che quindi, potrebbero facilmente e in poco tempo spostarsi e prendere piede nelle costiere occidentali. Un altro aspetto sul quale ragionare è la commestibilità delle loro carni, poiché sensibilizzare alla loro pesca e quindi al loro consumo potrebbe rivelarsi utile nel tenere sotto controllo la specie se dovesse realmente risultare invasiv

Si tratta di animali che presenterebbero inoltre, delle grosse similitudini con il pesce "Aguglia" che, tuttavia, appartiene ad una famiglia diversa. Ci si chiede dunque, se in realtà il mezzobecco fosse già presente in tutti questi anni nel nostro territorio e tuttavia non identificato da occhi poco attenti e perspicaci.

A proposito di pesci, eccone uno decisamente colorato, ed uno gigante da ben 136 chilogrammi!

FONTE: reabic
Quanto è interessante?
2