Su Marte è stato rilasciato ossigeno per un anno: ecco quello che è successo

Su Marte è stato rilasciato ossigeno per un anno: ecco quello che è successo
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Gli esseri umani, prima o poi, arriveranno su Marte con l'intenzione molto probabilmente di restare e creare delle colonie. Per farlo abbiamo bisogno di ossigeno, che dovrà essere trasportato dalla Terra o creato in loco. Tuttavia, cosa succede quando si esaurisce? Gli scienziati volevano rispondere alla domanda e hanno fatto qualche test.

Così la NASA e il MIT hanno lavorato a un dispositivo rivoluzionario che si trova già sul Pianeta Rosso da un anno e che è capace di generare ossigeno respirabile dall'atmosfera ricca di anidride carbonica di Marte. Stiamo parlando del Mars Oxygen In-Situ Resource Utilization Experiment (MOXIE), che si trova a bordo del rover Perseverance.

Oltre a essere la prima volta che le risorse su un altro corpo planetario vengono raccolte e poi trasformate per l'uso, gli addetti ai lavori hanno recentemente rivelato sulla rivista Science Advances che il piccolo contenitore è stato in grado di produrre sei grammi di ossigeno all'ora - l'equivalente di un piccolo albero - indipendentemente dalle stagioni, orari del giorno e condizioni atmosferiche.

Nonostante MOXIE non aiuterà gli esseri umani a terraformare Marte, potrà essere utile per sostenere l'habitat di un equipaggio o per la creazione di carburante per i razzi che richiedono enormi quantità di ossigeno per le missioni di ritorno. "Per supportare una missione umana su Marte, dobbiamo portare un sacco di cose dalla Terra, come computer, tute spaziali e habitat", ha affermato il ricercatore del MIT e coautore dello studio Jeffrey Hoffman. "Ma per quanto riguarda lo stupido e vecchio ossigeno? Se fosse possibile crearlo [in loco] agevolerebbe di molto le cose."

FONTE: futurism
Quanto è interessante?
5