Marte: le riserve di ghiaccio sepolto potrebbero fornire acqua ai futuri coloni

di

Le risorse necessarie per la sopravvivenza dei primi esploratori che raggiungeranno in futuro Marte potrebbe fornirle lo stesso ambiente del pianeta rosso. Nel sottosuolo della regione di Protonilus-Deuteronilus Mensae sembrerebbero esserci ricchi depositi di ghiaccio.

Ghiaccio che potrebbe essere trasformato in acqua potabile. Il tutto sta nel capire come è conservato. Con la bassa pressione dell'atmosfera di Marte, si legge in un lungo articolo di Futurism.com, e con le basse temperature delle regioni equatoriali, il ghiaccio può essere sublimato direttamente dallo stato solido a quello gassoso. Questo protegge il ghiaccio sotto uno strato di detriti.

Per via dello strato che di fatto seppellisce il ghiaccio nel sottosuolo non è possibile valutare con precisione la quantità di queste riserve. A tale scopo è necessario calcolare una stima probabile sulla base dei dati raccolti dai satelliti della NASA nel corso del tempo. Purtroppo una misurazione dell'area direttamente sul posto, per ovvi motivi, non è possibile, il che rende tutto più complesso.

Stando a Futurism abbiamo ancora molto da imparare dai dati raccolti fino ad adesso, analizzandoli con cura si potrebbe presto o tardi avere un'idea più chiara della quantità di acqua presente nel Pianeta Rosso, come e dove e distribuita e, quindi, quali sarebbero le tecniche più efficaci per scavare il suolo in modo da liberarla a beneficio dei futuri esploratori.

Quanto è interessante?
6