Marte, un tempo, potrebbe aver avuto degli anelli come Saturno

Marte, un tempo, potrebbe aver avuto degli anelli come Saturno
di

Marte ha due satelliti naturali, Deimos e Phobos. Quando vennero scoperti, gli scienziati credevano che i due corpi celesti fossero stati catturati come asteroidi. Questa convinzione persistette fino a quando le prove rivelarono che entrambe le lune si erano formate contemporaneamente al Pianeta Rosso.

Deimos, il più piccolo, ha un'orbita misteriosamente inclinata. Solamente nel 2017 i ricercatori presentarono una nuova idea capace di spiegare la sua orbita inclinata di 2 gradi. "Il fatto che l'orbita di Deimos non sia esattamente in linea con l'equatore di Marte è stato considerato non importante", ha affermato la scienziata del SETI Institute e l'autore principale dello studio, Matija Ćuk. "Ma una volta che abbiamo avuto una nuova grande idea e l'abbiamo guardata con nuovi occhi, l'inclinazione orbitale di Deimos ha rivelato un grande segreto."

Precedenti teorie suggerivano che le lune del Pianeta Rosso si crearono quando un corpo gigante colpì Marte tra 100 milioni e 800 milioni di anni dopo la creazione del pianeta. Una nuova ricerca suggerisce che dopo la collisione originale - nel corso di miliardi di anni - diverse generazioni di lune marziane sono state riciclate in anelli, che, a loro volta, furono modellate in nuove lune sempre più piccole.

Phobos, infatti, si sta gradualmente avvicinando verso Marte. Un giorno, probabilmente nei prossimi 30 milioni a 50 milioni di anni, il corpo celeste si avvicinerà troppo al Pianeta Rosso e le forze di marea lo faranno a pezzi. Secondo questa nuova teoria, i resti frantumati di Phobos si disperderanno attorno al mondo e si creerà un nuovo anello. Questa teoria ciclica spiega il motivo dell'orbita così inclinata di Deimos.

FONTE: astronomy
Quanto è interessante?
2