Il massimo esperto di informatica quantistica ridimensiona le aspettative sulla tecnologia

Il massimo esperto di informatica quantistica ridimensiona le aspettative sulla tecnologia
di

Avrete sicuramente sentito parlare di informatica quantistica. Se ne dicono di tutti i colori sulla tecnologia, ma c'è troppo rumore sull'argomento. Così in un nuovo saggio per il MIT Tech Review, un ricercatore dell'Università del Maryland cerca di ridimensionare le voci che corrono.

Nonostante la ricerca prometta davvero incredibili passi avanti per l'umanità, le cose stanno procedendo talmente lentamente che è improbabile che vedremo qualcosa che cambierà il mondo nel prossimo futuro. Il ricercatore quantistico, Sankar Das Sarma è un fisico che ha pubblicato più di 100 articoli tecnici sull'argomento ed è per molti il massimo esperto.

"Molti dei miei studenti di dottorato e post-dottorato sono ora noti professionisti di informatica quantistica in tutto il mondo", scrive Das Sarma. "Sono disturbato da parte del clamore dell'informatica quantistica che vedo in questi giorni, in particolare quando si tratta di affermazioni sulla sua commercializzazione".

Tutto ebbe inizio per la prima volta nel 1994, quando si credeva che l'informatica quantistica potesse creare i più potenti algoritmi di crittografia esistenti. Tutto questo è vero... almeno sulla carta. I migliori computer quantistici di oggi hanno dozzine di qubit (bit quantistici) e già oggi producono risultati davvero impressionanti. Tuttavia, per sfruttarli in modo efficace come venne immaginato tempo fa (e anche oggi), questi numeri dovrebbero diventare milioni.

Servirebbero, quindi, milioni di bit quantistici per realizzare quello che si dice. "È come cercare di realizzare i migliori smartphone di oggi utilizzando tubi a vuoto dei primi anni del 1900". Quindi sì, l'informatica quantistica sarà realtà, ma arriverà tra molto tempo.

FONTE: futurism
Quanto è interessante?
2