Il materiale più antico sulla Terra? È più antico del Sistema Solare

Il materiale più antico sulla Terra? È più antico del Sistema Solare
di

Il materiale più antico della Terra è stato appena identificato, le analisi hanno mostrato che questo è più vecchio dell'intero Sistema Solare. I piccoli grani di polvere sono stati creati da una stella lontana tra i 5 e i 5 miliardi di anni fa, il Sole ha "soltanto" 4.6 miliardi di anni. Questi grani sono stati trasportati da un meteorite.

"Questo è uno dei lavori più eccitanti su cui abbia lavorato," dice il cosmo-chimico Philipp Heck, del Field Museum dell'Università di Chicago. "Questi sono i campioni di materiale solido più antichi mai trovati, e ci raccontano come si sono formate le stelle nella nostra galassia."

Non è così strano che un meteorite contenga polvere con più anni del Sistema Solare, sono chiamati grani presolari, ma sono rari e difficili da identificare a causa delle loro dimensioni. I meteoriti trasportano molti elementi particolari, compresi alcune molecole fondamentali per la vita come gli zuccheri.

Un meteorite che sappiamo contenere grani presolari è il Murchison meteorite, un grande e pesante ammasso di roccia spaziale che è esploso nel cielo sopra Murchison, in Australia. Il Field Museum ha acquisito 52 kilogrammi di materiale, un gran numero di gradi di "carburo di silicio" non provengono dal nostro sistema e sono più vecchi di lui. Queste analisi sono state fatte nel 1990 ma gli scienziati non sono riusciti ad avere una datazione precisa.

Nel 1990 sono stati isolati alcune particelle di carburo di silicio, trasformando una piccola parte del meteorite in polvere, e dissolvendo i silicati non voluti nell'acido. Quelli rimasti sono stati analizzati con un'ampia gamma di tecniche. Hanno utilizzato un microscopio elettronico, uno spettrometro di massa a ioni e uno spettrometro a gas nobile, cercando gli effetti dei raggi cosmici; quest'ultimi possono penetrare la materia solida e lasciare la loro impronta sui grani di carburo di silicio.

"Alcuni raggi cosmici possono interagire con la materia e formare nuovi elementi. Più a lungo vengono esposti e più elementi si formano," spiega Heck. "È simile a mettere un secchio fuori in una giornata di pioggia. Assumendo che la pioggia sia costante, la quantità di acqua accumulata ci dice per quanto tempo è stata esposta."

La presenza in alcuni grani di Helio-3 e Neon-21 rivela la loro età: alcuni erano abbastanza vecchi, 5,5 miliardi di anni; ma la maggior parte erano giovani, tra i 4,6 e i 4,9 miliardi di anni.

Questa grande quantità di grani giovani era inaspettata, rivelando nuovi aspetti sulla storia della Via Lattea. "La nostra ipotesi è che la maggior parte dei grani, tra i 4,9 e i 4,6 miliardi di anni, si siano formati in una fase di grande formazione stellare," afferma Heck. "C'è stato un periodo, prima della formazione del sistema solare, in cui si formavano più stelle del normale".

Questa fase è avvenuta circa 7 miliardi di anni fa, almeno secondo i risultati dello studio. Il modo in cui si formano le stelle non è stato ancora compreso del tutto e sono necessari sempre nuovi modelli.Quando le stelle raggiungono la fase finale della loro evoluzione, i grani si condensano in fasci e vengo espulsi nello spazio, e successivamente sono diventati quello che è conosciuto come Murchison meteorite.

"Alcune persone pensano che il tasso di formazione stellare sia costante," aggiunge Heck. "Ma grazie a questi grani, abbiamo una prova diretta di un periodo di formazione più alta circa 7 miliardi di anni fa. Questa è una delle scoperte chiave del nostro studio."

Quanto è interessante?
5