McDonald punta su IA e interfacce vocali per rivoluzionare (di nuovo) le ordinazioni

McDonald punta su IA e interfacce vocali per rivoluzionare (di nuovo) le ordinazioni
di

McDonald viaggia a passo spedito ancora una volta verso la destinazione dell'automazione. Questa volta il colosso del fast food punta su intelligenze artificiali e interfacce vocali per rendere le ordinazioni ancora più comode. Via app, da McDrive e totem appositi.

McDonald ha, infatti, appena acquistato una nuova compagnia. Nessuna rivale della ristorazione, ma un'azienda tech. Si tratta della Apprente, una startup specializzata nella progettazione di interfacce vocali versatili, ad esempio perché in grado di ricevere ordini in diverse lingue e accenti.

Immaginatevi di essere in vacanza a Monaco di Baviera e poter comunque ordinare parlando in italiano, direttamente dai totem abilitati o perfino dall'app ufficiale di McDonald. Engadget spiega che McDonald avrebbe già provato la tecnologia di Apprente in diversi punti vendita sparsi per gli Stati Uniti, e ora la rivoluzione potrebbe essere globale.

Da diversi anni, anche in Italia, McDonald ha rivoluzionato il processo di ordinazione. Non si fa più la coda al banco, ma si ordina direttamente da un totem con schemo touch. È semplice e comodo, tant'è che si può pagare direttamente con carta di credito e, in molti ristoranti della catena, l'ordine viene consegnato direttamente al tavolo.

Il team di Apprente farà quindi parte del McD Tech Labs, il centro di ricerca con cui McDonald vuole rendere il fast food ancora più fast.

Speriamo che la troppa innovazione non si ritorca di nuovo contro la catena, come quella volta in cui un bug nel sistema di ordinazione di McDonald permetteva di mangiare gratis.

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
2