McDonald's chiude in Russia: gli utenti mettono all'asta le scorte di panini su internet

McDonald's chiude in Russia: gli utenti mettono all'asta le scorte di panini su internet
di

Alla lista delle società che hanno deciso di lasciare la Russia a seguito dell’invasione dell’Ucraina, nella serata di ieri si è aggiunta anche McDonald’s. La catena di fast food infatti ha annunciato la chiusura dei suoi store nella nazione eurasiatica, ed è già scattata la nostalgia tra gli utenti.

Come evidenziato dall’agenzia di stampa Nexta, infatti, subito dopo l’annuncio della compagnia americana, gli utenti russi che avevano scorte di panini a casa hanno deciso di metterli in vendita su internet a prezzi significativamente maggiori rispetto a quelli di listino. Per un panino si arriva anche a 50mila rubli, che al cambio attuale equivale a 350 Euro.

Non è chiaro se qualcuno abbia realmente deciso di spendere una cifra così elevata per un panino, ma è indubbio che questa mossa dimostri come si sia scatenato già un vero e proprio effetto nostalgia nei confronti di McDonald’s. Subito dopo l’annuncio ufficiale, infatti, dinanzi ai principali store in Russia si sono create delle vere e proprie file di cittadini che erano ansiosi di dare un ultimo morso ai panini prima della chiusura.

La catena infatti era presente da oltre 30 anni in Russia, con oltre 850 punti vendita. Il primo era stato aperto nel Gennaio del 1990.

Quanto è interessante?
5