Mediaset Premium - Sky: vendita è imminente. Esercizio PUT dal 1 novembre

Mediaset Premium - Sky: vendita è imminente. Esercizio PUT dal 1 novembre
di

Si avvicina il 1 Novembre, la data indicata dal CEO di Mediaset, Piersilvio Berlusconi come deadline per iniziare il PUT che dovrebbe dare il via alle operazioni di vendita della piattaforma su cui si poggia Premium a Sky.

Proprio tra tre giorni si apre la finestra per l'esercizio dell'operazione inclusa dalle due compagnie negli accordi del Venerdì Santo, e che a giudicare dalle ultime indiscrezioni dovrebbe essere esercitata con estrema rapidità da parte delle due emittenti. Le ragioni sono state ampiamente esposte su queste pagine e sono da ricercare nel fatto che si tratta di un'operazione talmente tanto complessa che necessita di non pochi via libera da parte delle autorità. Le due società quindi vogliono evitare di andare oltre la data naturale di scadenza prevista per fine anno.

L'oggetto della vendita sarà il veicolo societario R2, costituito ad hoc dal Biscione ed all'interno del quale sono confluite tutte le piattaforme tecnologiche su cui si basa Premium, oltre a tutta la parte tecnico-amministrativa che porterà al trasferimento di circa 150 dipendenti. Per Mediaset non si tratta di una prima assoluta, dal momento che lo stesso modello è stato adottato per Infinity, la cui tecnologia è stata venduta ad una compagnia terza.

Attraverso tale operazione, il gruppo della famiglia Berlusconi punta ad alleggerire i costi di mantenimento della pay tv, restando allo steso tempo editore dei canali.

Nelle prossime ore quindi dovrebbe cominciare l'esercizio della PUT, con conseguente notifica all'Antitrust che, una volta sentita l'AGCOM, dovrà dare il via libera. L'operazione porterà a Mediaset un effetto positivo sul bilancio di 30-35 milioni di Euro per il 2018.

E' anche atteso il ritorno di tutte le reti generaliste su Sky, dopo Canale 5.

Quanto è interessante?
5