Mediaset contro i servizi OTT: "canali tradizionali rischiano di sparire"

Mediaset contro i servizi OTT: 'canali tradizionali rischiano di sparire'
di

Mediaset entra a gamba tesa contro i servizi di OTT per la fruizione di contenuti. Il direttore delle relazioni istituzionali di Mediaset, Stefano Selli, in audizione presso le Commissioni Cultura e Trasporti alla Camera, ha evidenziato le criticità del mercato televisivo alla luce dell'ingresso dei nuovi player.

"La nostra preoccupazione è che questo sovrabbondare di presenza di nuovi soggetti stranieri, soggetti ‘Ott’, porti a un’insidia del nostro mercato tradizionale del broadcasting, e soprattutto che portino a una disintermediazione dei nostri contenuti" ha spiegato in audizione Selli, secondo cui questo ingresso dei servizi OTT nella collettività potrebbe portare ad un rischio notevole per la tv tradizionali.

Il dirigente infatti si riferisce a "situazioni che si stanno già verificando", ovvero che "la nostra posizione sui telecomandi - soprattutto nella logica di chi dovrà costruire i nuovi televisori, i nuovi apparati - rischia di scomparire, di essere messa in una posizione molto residuale”.

Per questo motivo, Belli chiede una regolamentazione per tutelare l'utente finale, in modo tale che abbiano "la possibilità di riconoscere i nostri contenuti sul telecomando", altrimenti la scelta "rischia di essere guidata e scelta dai costruttori di apparati e dalle società di telecomunicazioni, dai motori web".

Ricordiamo che l'anno che sta per iniziare sarà all'insegna di tanti cambiamenti per il comparto televisivo. Per tutte le informazioni su chi dovrà cambiare TV per il DVB-T2, vi rimandiamo al nostro approfondimento.

FONTE: CorCom
Quanto è interessante?
3