Medici nel Regno Unito addestrati a utilizzo jetpack: serviranno per emergenze

Medici nel Regno Unito addestrati a utilizzo jetpack: serviranno per emergenze
di

Il mondo della medicina fa passi da gigante assieme al settore tech per un obiettivo comune: velocizzare e rendere possibile l’intervento dei paramedici in luoghi difficili da accedere. Tra le varie opzioni, abbiamo visto un jetpack per personale medico specializzato, ora ufficialmente incluso nella dotazione del Regno Unito.

Ancora una volta, esattamente come nel caso della notizia linkata in apertura, si parla della collaborazione tra l’azienda Gravity Industries e il Great North Air Ambulance Service (GNAAS) del Regno Unito. Se nel 2020 i primi test riguardarono nello specifico l’utilizzo di una jet suit su luoghi montani, grazie a un report della BBC ora sappiamo che un membro dello staff GNAAS ha ufficialmente completato l’addestramento per utilizzare la tuta in autonomia e aiuterà due colleghi a unirsi al team specializzato.

L’idea è semplice: introdurre tra i paramedici la nuova competenza chiave dell’utilizzo dei jetpack, cosicché si possano raggiungere rapidamente i pazienti che necessitano di un intervento immediato in contesti che si rivelerebbero impossibili o dispendiosi da raggiungere a piedi o con mezzi tradizionali. Bisogna considerare, infatti, che anche con gli elicotteri sarebbe necessario atterrare su aree sufficientemente pianeggianti, mentre con i propellenti indossabili possono bastare pochi minuti e, molto semplicemente, una superficie su cui scendere e poi camminare.

Come spiegato da Andy Mawson, direttore operativo della GNAA che ha completato il corso in questione, “Siamo ancora sbalorditi, tutti guardano al fattore wow e al fatto che siamo i primi paramedici con jetpack al mondo, ma per noi si tratta di fornire assistenza ai pazienti”.

Restando nel campo della scienza e parlando di invenzioni bizzarre, eccovi un casco che scansiona il cervello all’infrarosso.

FONTE: BBC
Quanto è interessante?
2