I medici hanno scoperto che i biberon rilasciano milioni di microplastiche nei liquidi

I medici hanno scoperto che i biberon rilasciano milioni di microplastiche nei liquidi
di

Recentemente è stato scoperto che i biberon prodotti con un certo tipo di plastica, venendo riscaldati insieme al latte dei bambini, possono rilasciare migliaia di microplastiche che verranno poi ingerite dal neonato. Il Trinity College di Dublino ci spiega cosa hanno scoperto e che tipo di plastica è.

La ricerca condotta dagli esperti ha rivelato una forte relazione tra calore e rilascio di microplastiche nei liquidi racchiusi nella plastica dei biberon prodotti con il materiale chiamato "polipropilene". Il polipropilene rappresenta il 20% della produzione mondiale di plastica, ed è, appunto, la più utilizzata nella conservazione degli alimenti.

L'esperimento è stato condotto su 10 tipi di biberon per neonati, qui gli scienziati hanno infatti scoperto che la maggior parte di questi particolari oggetti è proprio a base di polipropilene. Grazie all'esperimento hanno calcolato una quantità che va da 1,3 a 16 milioni di particelle di microplastiche per litro a bottiglia (le stesse che vengono portate dal vento). Le bottiglie, inoltre, continuavano a rilasciare plastiche per un periodo di 21 giorni.

Gli specialisti non hanno sufficienti prove per condannare gli effetti delle microplastiche sul corpo dei bambini e dei neonati, sebbene nei pesci causino cambiamenti respiratori e riproduttivi, tuttavia hanno voluto lanciare un appello alla comunità politica sanitaria.

"L'ultima cosa che vorremmo è allarmare inutilmente i genitori, visto che non abbiamo informazioni valide riguardo le potenziali conseguenze delle microplastiche sulla salute dei bambini" ha detto il professore Jonh Boland, lo scopo dello scienziato e del suo team è, al contrario, mettere in allerta soprattutto i responsabili sanitari affinché facciano ulteriori ricerche e soprattutto stilino delle linee guida sulla sterilizzazione dei biberon, considerando i recenti risultati della loro ricerca.

Quanto è interessante?
2