Medici utilizzano, per la prima volta sugli esseri umani, l'animazione sospesa

Medici utilizzano, per la prima volta sugli esseri umani, l'animazione sospesa
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Quando pensiamo all'animazione sospesa ci vengono subito in mente i film di fantascienza in cui gli astronauti vengono indotti in un lungo sonno per affrontare, ad esempio, viaggi spaziali. Quest'oggi non parleremo dell'uso di questo metodo per i viaggi nello spazio, ma per salvare vite.

I medici del Medical Center dell'Università del Maryland stanno testando, per la prima volta, l'animazione sospesa, ma solo in alcuni casi. Le regole sono molto rigide: solamente le persone che arrivano in ospedale con traumi molto gravi come un colpo di pistola o una coltellata possono sottoporsi alla procedura.

Il processo, noto come Emergency Preservation and Resuscitation (EPR), prevede un rapido raffreddamento del corpo fino a una temperatura di 10-15 °C. A una temperatura corporea normale di circa 37 °C, le cellule hanno bisogno di una fornitura regolare di ossigeno per continuare a funzionare. Cinque minuti di deprivazione di ossigeno sono sufficienti a causare danni cerebrali irreparabili, ma il raffreddamento del corpo rallenta o interrompe l'attività metabolica nelle cellule, arresta il cuore e preserva i tessuti.

Questa tecnica, almeno per adesso, è riservata ad un numero ridotto di pazienti, arrivati nell'ospedale già in arresto cardiaco e con metà del volume di sangue perso in conseguenza a un'emorragia: condizioni disperate in cui rimangono pochi minuti per operare e le probabilità di sopravvivere non superano il 5%. Con l'EPR, in queste condizioni il tempo utile per operare si allunga fino a un massimo di due ore.

Non sappiamo ancora bene come funziona questo metodo, e alla fine il team rilascerà un documento con i dettagli dei risultati. Il piano è di monitorare dieci pazienti sottoposti a EPR. Se la tecnica dovesse aumentare quel tasso di sopravvivenza, potrebbe diventare un nuovo trattamento standard per i traumi gravi. Donando una possibile chance di sopravvivenza in più.

Quanto è interessante?
7