Il medico eroe che ha salvato migliaia di vite pompando idrogeno nell'ano

Il medico eroe che ha salvato migliaia di vite pompando idrogeno nell'ano
di

Di eroi sconosciuti la storia è piena, soprattutto medici che hanno condotto ricerche decennali per il bene dell'umanità. Il dottor Nicholas Senn rientra nella categoria appena nominata e, nonostante le pratiche non ortodosse, i suoi studi salvarono migliaia di vite.

Senn era un chirurgo americano che prestò servizio nella guerra ispano-americana del 1898. All'epoca, i raggi X non erano diffusi, quindi le ferite da proiettile all'addome, che perforavano l'intestino o lo stomaco, erano incredibilmente difficili da diagnosticare e localizzare. Questo era un problema, dato che senza un trattamento tempestivo queste lesioni provocavano rapidamente la morte (sapete che in futuro l'IA potrebbe salvarci da alcune di queste?).

Quindi il medico escogitò una soluzione: utilizzare l'idrogeno per cercare la ferita. "Gli venne in mente che una ferita allo stomaco o all'intestino potesse essere ricercata in qualche modo come un idraulico individua una perdita in un tubo del gas", racconta un documento sull'argomento. Per questo motivo Senn iniziò a immettere aria all'interno dell'intestino... attraverso il retto dei pazienti.

"Il primo obiettivo da raggiungere era dimostrare la permeabilità dell'intero canale gastrointestinale al gonfiaggio dell'aria", continua il documento. Il medico decise di utilizzare l'idrogeno perché non era irritante per i tessuti e poteva essere rilevato abbastanza facilmente dandolo alle fiamme. Il chirurgo decise di provare anche la tecnica su sé stesso, funzionando al 100%.

"Sono stati insufflati quasi 6 litri di gas per via rettale. La distensione del colon provocava semplicemente una sensazione di distensione lungo il suo corso, ma non appena il gas fuoriusciva nell'ileo si avvertivano dolori colici", scrisse proprio Senn. Questa pratica, contro tutte le aspettative, si rivelò una manna dal cielo per localizzare le ferite, salvando moltissime vite prima che la tecnologia a raggi X si diffondesse.

FONTE: iflscience
Quanto è interessante?
3